Skip to content

FERIEHUS-BORNHOLM.INFO

Feriehus-bornholm.info

Stampa registro carico e scarico rifiuti


  1. Informazione > Focus On
  2. ISTITUITO, IL REGISTRO ELETTRONICO PER LA TRACCIABILITA’ DEI RIFIUTI - CNA Piacenza
  3. Registro di carico e scarico rifiuti…abc

Ne consegue che, i. Tuttavia, in ordine alla stampa si ritiene che l'equiparazione delle modalità di In riferimento ai registri di carico e scarico dei rifiuti quindi si deve ritenere che se. L'obbligo della tenuta del registro di carico e scarico dei rifiuti REGISTRO SU STRUMENTO INFORMATICO E RELATIVA STAMPA SU. I criteri di stampa dei registri di carico e scarico rifiuti tenuti con modalità informatiche. di Claudia Annaloro. La normativa attualmente vigente in materia di​. n. I registri di carico e scarico tenuti mediante strumenti informatici possono essere stampati utilizzando carta di formato A4 regolarmente​.

Nome: stampa registro carico e scarico rifiuti
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Solo per uso personale
Dimensione del file: 29.19 MB

I movimenti di carico devono essere annotati entro dieci giorni lavorativi dalla data di effettiva collocazione di un rifiuto nel deposito temporaneo, mentre i movimenti di scarico devono essere annotati entro dieci giorni lavorativi dalla data di prelievo dei rifiuti da parte del trasportatore. Questi tipi di registi si possono comprare in una cartoleria ben fornita!

Sono elencati tutti i possibili tipi di rifiuti e le loro caratteristiche fisiche. Tutte le pagine del Registro devono essere numerate in ordine crescente, a volte con la vidimazione capita che le pagine si incollino, è importante non saltarne nessuna!!! Solido pulverulento, 2. Solido non pulverulento, 3. Fangoso palabile, 4. Se il rifiuto è pericoloso bisogna indicare anche la classe di pericolosità HP corrispondente al rifiuto. Infine nella terza colonna inseriamo la quantità del rifiuto prodotto, è consigliabile scriverlo in kilogrammi.

Una volta compilati questi campi si deve recuperare il formulario relativo a quello smaltimento per indicare sul registro il numero e la data del formulario di riferimento.

E comunque non oltre i 10 giorni lavorativi.

Informazione > Focus On

Ovviamente è necessario applicare tali considerazioni con il necessario buonsenso. Nel senso che non è che se accumulo 3 bancali di lattine piene di vernice dura impolmonita , possa poi sostenere che non è un rifiuto perché non ho deciso di disfarmene.

Il discorso vale per quei casi in cui il produttore ha nel reparto produttivo delle confezioni aperte , in uso oppure momentaneamente chiuse per un successivo utilizzo. Soluzioni acquose da abbattimento fumi della cabina di verniciatura oppure Soluzioni Acquose di sgrassaggio metalli.

In questo caso la registrazione di carico produzione del rifiuto avverrà nello stesso giorno dello scarico smaltimento del rifiuto. E soprattutto presente sul mercato da 19 anni. Abbiamo già attivato da diversi anni tale gestione con diversi clienti e le loro testimonianze ci dicono che la scelta è stata vincente. Il problema ulteriore è che le sanzioni sono cumulabili. A tal fine il produttore che effettua il trasporto deve barrare l'apposita parentesi inserita dopo le parole "trasporto di rifiuti non pericolosi prodotti nel proprio stabilimento" e dopo la preposizione "di" indicare il luogo e lo stabilimento di produzione dei rifiuti trasportati.

ISTITUITO, IL REGISTRO ELETTRONICO PER LA TRACCIABILITA’ DEI RIFIUTI - CNA Piacenza

Ovviamente quando i rifiuti non pericolosi sono trasportati dallo stesso soggetto che li ha prodotti, il punto 3 del formulario, non deve essere compilato, limitatamente ai seguenti dati identificativi: "Trasportatore del rifiuto La medesima procedura si applica agli imprenditori agricoli nei casi previsti dall'art.

Inoltre, dovra' essere contrassegnata la casella ".

In caso di trasporto misto es. In caso di trasbordo parziale del carico su mezzo diverso effettuato per motivi eccezionali, il trasportatore dovra' emettere un nuovo formulario relativo al quantitativo di rifiuti conferito al secondo mezzo di trasporto.

Sul primo formulario di identificazione, nello spazio per le annotazioni, dovra' essere apposto il codice alfanumerico del nuovo formulario emesso e gli estremi identificativi del trasportatore che prende in carico i rifiuti. Al produttore dovra' comunque essere restituita la quarta copia del primo e del secondo formulario emesso; z nel caso in cui il trasporto riguardi fanghi di cui al decreto legislativo 27 gennaio , n.

L'ubicazione dell'esercizio, invece, puo' essere indicata anche dopo la vidimazione, ma deve, comunque, precedere l'annotazione della prima operazione.

Registro di carico e scarico rifiuti…abc

Per ubicazione dell'esercizio, si intende: la sede dell'impianto di produzione, di stoccaggio, di recupero e di smaltimento di rifiuti o la sede operativa delle imprese che effettuano attivita' di raccolta e trasporto, intermediazione e commercio di rifiuti; la sede di coordinamento organizzativo o centro equivalente di cui all'art. In questo caso, nel registro dovranno essere indicate le date di inizio e di fine trasporto; e nel caso in cui i registri siano tenuti mediante strumenti formatici, il modulo continuo da utilizzare deve essere conforme al modello riportato negli allegati A o B al decreto ministeriale n.

Si ritiene che in quest'ultimo caso i registri possono essere tenuti in forma "multiaziendale", cioe' utilizzando lo stesso modulo continuo per piu' soggetti, previa opportuna vidimazione effettuata nel rispetto della procedura prevista dalla normativa vigente per le scritture contabili, come prevista e consentita dall'art.

I medesimi soggetti devono tenere, inoltre, il registro previsto dal regolamento di cui al decreto legislativo 30 aprile , n. Tra i due registri esiste un evidente rapporto di integrazione. Pertanto, al fine di evitare inutili appesantimenti burocratici connessi all'annotazione in entrambe i registri della presa in carico e dello scarico dei veicoli avviati a demolizione, si ritiene che i soggetti che svolgono attivita' di autodemolizione ai sensi dell'art.

In tali casi il "numero di registro" da apporre sul formulario di trasporto dei veicoli avviati a demolizione, sara' quello relativo all'annotazione sul registro di cui al decreto legislativo 30 aprile , n. In tali casi il numero di registro da apporre sul formulario di trasporto dei rifiuti prodotti dalla demolizione sara' quello relativo all'annotazione sul registro di cui al decreto ministeriale n. Analogamente, i concessionari di veicoli potranno annotare la presa in carico e lo scarico dei veicoli da avviare alla rottamazione nel predetto registro di cui al decreto legislativo 30 aprile , n.

In tal caso l'annotazione sul registro e' da riferire al formulario emesso dal produttore ed ai fini dell'integrazione con il registro, l'intermediario dovra' allegare una copia fotostatica del formulario; k i soggetti sottoposti all'obbligo dei registri di carico e scarico possono tenere un solo registro per le diverse attivita' indicate al punto 2, dell'allegato A-1, al decreto ministeriale n.

In tal caso dovranno essere barrate le caselle corrispondenti alle attivita' svolte. Tuttavia, nel caso di piu' impianti distinti all'interno di un medesimo stabilimento ogni impianto dovra' disporre di un registro di carico e scarico; l il registro di carico e scarico di cui al precedente decreto ministeriale n.

La registrazione unica, pero', dovra' riguardare le utenze servite nell'arco della stessa giornata e dovra' contenere gli estremi dei formulari emessi nell'arco della medesima giornata; n si puo' verificare l'evenienza che all'interno di un'area privata delimitata siano localizzati piu' impianti produttivi gestiti da distinti soggetti giuridici, e tali singole unita' produttive provvedano alla gestione dei propri rifiuti tramite un soggetto terzo dotato di centro di stoccaggio autorizzato che e' localizzato all'interno dell'area medesima.

In tal caso la movimentazione dei rifiuti effettuata all'interno di tale area privata delimitata, dai singoli impianti di produzione al centro di stoccaggio, non dovra' essere accompagnata dal formulario.

Dai registri di carico e scarico dovra' tuttavia risultare il conferimento dei rifiuti dai diversi impianti produttivi al centro di stoccaggio gestito da un soggetto terzo all'interno della medesima area privata delimitata.