Skip to content

FERIEHUS-BORNHOLM.INFO

Feriehus-bornholm.info

Come si scaricano le spese mediche


MISURA DELLA DETRAZIONE È possibile portare in detrazione dall'Irpef il 19% delle. Spese mediche detraibili da scaricare dalla dichiarazione redditi tramite e Unico, calcolo franchigia ,11 euro, a chi spetta detrazione e quando. Quando si parla di spese mediche detraibili si fa riferimento alla possibilità per i contribuenti di scaricare dalle tasse una parte, pari al 19%. Con la dichiarazione dei redditi, quindi con il modello o modello Unico, é possibile detrarre le spese mediche sostenute durante l'anno, sia per se stessi, sia. Passaggi successivi: Come scaricare le spese mediche sul · Detrazione spese mediche · Dichiarazione dei redditi spese mediche cosa detrarre · Spese.

Nome: come si scaricano le spese mediche
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Solo per uso personale
Dimensione del file: 52.33 MB

Come si scaricano le spese mediche

Le spese devono inoltre essere state sostenute per curare direttamente chi presenta la dichiarazione dei redditi o i suoi familiari, come i figli o il coniuge. La detrazione spetta anche: per le spese già rimborsate da una compagnia di assicurazioni, a seguito di polizze stipulate dal contribuente stesso o dal suo datore di lavoro, essendo i relativi premi non detraibili né deducibili; per la quota di spese rimborsate per effetto di contributi per assistenza sanitaria che hanno concorso a formare il reddito.

La detrazione cui si ha diritto è pari al 19 per cento del totale delle spese. Se invece il documento è intestato al figlio, le spese devono essere suddivise al 50 per cento tra i due genitori. Se i genitori intendono ripartire la somma in misura diversa dal 50 per cento, devono annotare sul documento comprovante la spesa la percentuale di ripartizione. Come di documentano le spese La documentazione delle spese è costituita dalle fatture, ricevute o quietanze rilasciate al contribuente, con indicazione del suo codice fiscale o numero di partita Iva.

Gli scontrini dei farmaci devono anche attestare la natura, la qualità, la quantità dei prodotti acquistati. Eventuali spese di trasferimento e soggiorno, anche se sostenute per motivi di salute, non sono detraibili. Dispositivi medici: come documentarli Anche per i dispositivi medici, lo scontrino fiscale o la fattura devono contenere la descrizione del dispositivo medico e il soggetto che ha sostenuto la spesa.

La scadenza per il modello online è fissata per il 23 luglio.

E Dal 10 maggio hanno a disposizione la funzione di compilazione assistita del quadro E relativo alle spese detraibili e deducibili dal reddito, uno strumento in più per intervenire prima della presentazione della dichiarazione. Se le spese sostenute non superano la franchigia, non si avrà diritto alla detrazione.

I costi ammissibili su cui bisogna effettuare il calcolo sono i seguenti: prestazioni chirurgiche; analisi, indagini radioscopiche, ricerche e applicazioni; prestazioni specialistiche; acquisto o affitto di protesi sanitarie; prestazioni rese da un medico generico comprese le prestazioni rese per visite e cure di medicina omeopatica ; ricoveri collegati a una operazione chirurgica o a degenze.

Le prestazioni sanitarie rese alla persona dalle figure professionali appena elencate sono detraibili anche senza una specifica prescrizione da parte di un medico, a condizione che dal documento che attesta la spesa risulti la figura professionale e la prestazione resa dal professionista sanitario.

La detrazione spetta anche: per le spese già rimborsate da una compagnia di assicurazioni, a seguito di polizze stipulate dal contribuente stesso o dal suo datore di lavoro, essendo i relativi premi non detraibili né deducibili; per la quota di spese rimborsate per effetto di contributi per assistenza sanitaria che hanno concorso a formare il reddito.

La detrazione cui si ha diritto è pari al 19 per cento del totale delle spese.

Se invece il documento è intestato al figlio, le spese devono essere suddivise al 50 per cento tra i due genitori. Se i genitori intendono ripartire la somma in misura diversa dal 50 per cento, devono annotare sul documento comprovante la spesa la percentuale di ripartizione.

Come di documentano le spese La documentazione delle spese è costituita dalle fatture, ricevute o quietanze rilasciate al contribuente, con indicazione del suo codice fiscale o numero di partita Iva.